mercoledì 24 febbraio 2016

RECENSIONE • VERTIGINE | SOPHIE JOMAIN

Buonasera lettori!!! Questi giorni sto trovando meno tempo per leggere però riesco a finire i libri molto velocemente! Oggi voglio parlarvi di Vertigine di Sophie Jomain, un bel libro, scorrevole, trama che rispecchia molto Twilight ma che comunque riesce a crearsi il suo spazio.

 photo 0507ea6b-661c-4a35-a62d-09eb5b03d294_zpsqjy1rg01.jpgVERTIGINE
Sophie Jomain
                                                                                                                                      

TRADUTTORI: Paola Checcoli
ANNO PRIMA EDIZIONE: 2016
NUMERO PAGINE: 
359
EDITORE: LainYa
 
PREZZO: 
13,50 €

VOTO: ★★★☆☆
                                                                                                                         

TRAMA:
All'alba dei diciotto anni, Hannah è semplicemente furiosa all'idea di lasciare Parigi per trascorrere un'altra vacanza estiva a Wick, la piccola cittadina a nord della Scozia dove vive la nonna. Per una ragazza della sua età, abituata alla frenesia della metropoli, non esiste posto più noioso. A risollevarle il morale, per fortuna, ci sono le vecchie amicizie ma anche le nuove conoscenze, fra cui il misterioso Leith, dalla bellezza statuaria e dal fascino irresistibile. Non importa se su di lui circolano strane voci: l'attrazione è immediata, reciproca e incontenibile. Per Hannah sembra che stia iniziando la storia d'amore che tutte le ragazze sognano, ma ogni fiaba che si rispetti ha il suo lato oscuro, e quella della giovane si sta per trasformare in un incubo. Fra antichi racconti e creature straordinarie, sullo sfondo del suggestivo paesaggio delle lande scozzesi e delle coste del Mare del Nord, Vertigine coinvolge il lettore in una storia avvincente che soffia sul fuoco del mito, facendo divampare le fiamme della leggenda della passione. Una trama emozionante unita a una scrittura ipnotica che vibra della scoperta del primo amore sul filo incredibile della magia. Perché le fiabe a volte sono più reali di quanto pensiamo.


SOPHIE JOMAIN 

Nata nel 1975 a Villefranche-sur-Saone, autrice di fantasy e non solo, a oggi ha pubblicato dodici romanzi. Ha raggiunto la fama grazie alla saga Le stelle di Noss Head, di cui Vertigine è il primo episodio. 

Serie Le stelle di Noss Head
#1 Vertigine
#2 Rivalità
#3 Evento
#4 Origine 1
#5 Origine 2

                                                                                                                                                                                                            

 RECENSIONE

Che dire di questo libro, l'ho trovato leggero, scorrevole, fresco. La lettura è piacevole e si legge in poche ore. A dire la verità da come si era presentato mi aspettavo qualcosa di più. Ora vi spiego i motivi.

Il personaggio principale è  Hannah, ragazza parigina, che è costretta dai genitori a trascorrere le vacanze a Wick, in Scozia, dalla nonna che lei ama ma visto che i suoi diciotto anni sono vicini, l'idea di festeggiarli in assenza delle sue amiche e della sua vita cittadina la turba. Inizialmente la vacanza parte al rallentatore ma pian piano si rivela la più bella della sua vita. Una ragazza che non ha mai avuto interesse nel fidanzarsi proprio in questa occasione si dovrà ricredere, il destino infatti ha messo sul suo cammino Leith un affascinante ragazzo con cui scatta subito un'attrazione reciproca.

Leith è presentato come il classico ragazzo perfetto fisicamente e dal profilo misterioso, il classico ragazzo che nella sua semplicità nasconde un enorme segreto.

Tutto scorre in maniera abbastanza fluida e leggera, ma ho trovato che i personaggi sono stati poco valorizzati, non è stato dato un giusto approfondimento a nessun personaggio e a parer mio era necessario.
"Non permetterò che ti succeda nulla, capisci? Darò la mia anima per proteggerti. Darò la mia vita per te. Sei il mio respiro, il mio ossigeno, la mia energia. Fai scorrere il fuoco nelle mie vene."
La trama è originale, anche il mondo che crea l'autrice è innovativo, intrigante, un mondo fatto di lupi mannari, con tutte le loro razze e la loro storia. Ma anche qui ho trovato che tutto scorre in maniera superficiale come del resto tutto il romanzo,  semplice e scorrevole, quando si poteva fare molto di più visto che le idee ci sono.

Quello che non ho apprezzato è stato che a tanti argomenti non viene dato il giusto peso, anzi scorrono decisamente veloci. I dialoghi spesso sono ripetitivi, la storia si concentra soprattutto sull'amore dei due protagonisti. La Joiman aveva un potenziale tra le mani che non ha saputo sfruttare: sarebbe bastato fermarsi un momento, elaborare gli eventi, indagare sui propri personaggi e permettergli di mostrarsi ai suoi lettori come li aveva immaginati, invece Vertigine rimane molto sul superficiale. La Jomain non è riuscita a scavare a fondo e a far emergere lo spessore di Hannah e di Leith e questo è un vero peccato.

Un peccato che delude ancora di più se si pensa che la base da cui è partita poteva portare ad un grande successo: l'idea utilizzata per creare l'elemento soprannaturale era davvero buona e poteva e doveva essere esaltata di più.

L'autrice ha avuto ottime idee che purtroppo non sono uscite fuori.

Sicuramente le ambientazioni hanno dato un grande aiuto al romanzo, il paesino di Wick, le isole Orcadi e Iverness. La Scozia è affascinante e rende il tutto più magico e accattivante salvando gran parte del romanzo con le ambientazioni. 

Il libro è autoconclusivo, infatti non c'è un finale che ti lascia con il fiato sospeso, nonostante questo sono sicura che continuerò la lettura perché il libro l'ho letto comunque con piacere.

Buona lettura!!


TI POTREBBE INTERESSARE

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...